Partita per cuori forti quella tra DuepigrecoRoma e Riano che non delude le aspettative della vigilia . Spettacolo doveva essere tra le prime della classe e spettacolo è stato allo Sbardella. Complice un finale di partita thriller che regala per al campionato altri 270 minuti di pathos e incertezza. 

 

Nella fase iniziale del primo tempo le squadre si studiano con la DuepigrecoRoma che, obbligata a vincere, sembra essere più propositiva. Nonostante la pesante assenza per squalifica del bomber Colaneri, sull’asse Cau – Cusani – Deirossi si tessono le trame di gioco più interessanti. Per sbloccare la gara però serve una magia pescata dal cilindro di Matteo De Angelis. Il numero 9 della DuepigrecoRoma riceve palla al limite dell’area, si aggiusta la sfera con il destro e fa partire un siluro terra aria che si infila sotto l’incrocio dei pali dove il portiere non può arrivare. Passato in svantaggio il Riano prova subito a scuotersi. I maggiori pericoli del primo tempo per la DuepigrecoRoma arrivano dalle numerose palle inattive. Tanti i calci piazzati concessi agli ospiti,  bravi a cavarsela su tutti i ragazzi di mister Barchiesi. Dal canto suo la DuepigrecoRoma sfiora il raddoppio ancora con De Angelis che servito perfettamente da Rubenni non trova un buon impatto con la palla favorendo così l’uscita del portiere avversario. 

Al termine di 45 minuti ben giocati si va a riposo con la DuepigrecoRoma in vantaggio per 1-0 ma con la partita ancora aperta a qualsiasi esito.

 

Ad inizio ripresa sale la pressione degli ospiti che riescono a manovrare con più fluidità continuando a rendersi pericolosi solo da calcio piazzato. Proprio sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il pareggio ospite. Nell’occasione determinante l’indecisione di Antonelli che non riesce ad allontanare la palla con i pugni, la stessa viene deviata sul palo e Macri sulla linea di porta la spinge in rete. Lo sfortunato episodio regala entusiasmo al Riano che cerca di mandare al tappeto l’avversario stordito dal colpo subito. Intenzione però che non fa i conti con la legge dello Sbardella, che in questa stagione non ha mai visto uscire nessuno da Primavalle con i tre punti in tasca. Infatti nonostante qualche sbavatura la DuepigrecoRoma si comporta da squadra reagisce agli attacchi ospiti e a metà ripresa sfiora nuovamente il goal. Il pallone del nuovo vantaggio capita sui piedi di Caracassis che dal centro dell’area spedisce incredibilmente sopra la traversa. Ci prova poco dopo anche Deirossi con un diagonale al volo, buona l’idea meno la mira. Il Riano a 10 dal termine sembra accontentarsi del pari e complice anche il caldo e la stanchezza allenta la pressione. Quando scocca il 92’ Campanile lancia il cuore oltre l’ostacolo, si stacca dalla difesa supera in stile rugbistico due uomini a centrocampo e serve una palla al centro dell’area di rigore che Coppotelli amministra spalle alla porta e con un colpo da biliardo ad incrociare la trasforma in oro. È il goal che chiude la contesa e fa esplodere di gioia squadra e tifosi lanciando la così la volata per il titolo. 

Due i punti da recuperare nelle prossime tre partite, sicuramente non un’impresa facile ma allo stesso tempo neanche impossibile. 

 

Prossima domenica fondamentale trasferta sul campo dell’ottimo Fidene, quarta forza del campionato ed unica squadra capace di battere a domicilio il Riano. Una gara difficile ma da vincere ad ogni costo per continuare a gonfie vele la rincorsa delle ultime settimane. Appuntamento domenica 6 maggio alle ore 11 per il calcio d’inizio al Salaria Sport Village.