Inizio gara complicato per la DvepigrecoRoma, messa in seria difficoltà dai continui attacchi sulle fasce da parte degli avversari. Uno di questi conduce all’errore Mostacci che al 17’ regala il calcio di rigore che porta i padroni di casa sull’1-0. Il primo tempo continua in sofferenza e il centrocampo è il reparto più in difficoltà non riuscendo a collegare bene i reparti di una squadra che sembra mancare della giusta intensità e concentrazione. Per evitare il raddoppio avversario la Dve è obbligata a sfoderare tutta la sua maestria difensiva per contenere gli attacchi dei Monti Cimini.

Il secondo tempo inizia con tre innesti che danno vitalità al gioco. Entrano Pagnotta, Burgos e Paesani. La partita cambia subito e la squadra ospite riesce a mettere in difficoltà i padroni di casa grazie soprattutto alla velocità di Pagnotta. La punta capitolina sfiora il pareggio a metà ripresa. Con un perfetto taglio e un pregevole stop mette fuori gioco difesa e portiere avversario, la conclusione però non è fortunata e la palla termina a pochi centimetri dal palo. Le azioni di attacco si susseguono insieme ai cambi, entrano Mangione e Micarelli che danno ancor più dinamicità alla squadra. La DvepigrecoRoma può raggiungere il pareggio grazie a un’azione partita sull’out di destra e terminata con una rovesciata di De Angelis che sfiora la traversa. Il tempo scorre inesorabile e i continui attacchi non sortiscono l’effetto sperato. A tempo ormai praticamente scaduto,sugli sviluppi di un calcio di punizione, arriva il secondo goal del Monte Cimini che mette la parola fine all’incontro.

Una sconfitta che deve insegnare molto ma sulla quale non bisogna far drammi. Già domenica 16 settembre la DuepigrecoRoma è chiamata al riscatto casalingo contro il Cerveteri.